VIAGGIO IN LIBANO - 24 AGOSTO 2019

Vi invitiamo all'iniziativa organizzata da TINA MODOTTI

SABATO 24 AGOSTO - ore 19.00
Casa del Popolo di Ponziana
Via Ponziana 14 - Trieste

 

Aderiscono: Gruppo BDS – Trieste ; Ibriq per la cultura e la causa Palestinese ; Salaam Ragazzi dell'Olivo Comitato di Trieste

Presentazione e racconto del viaggio ;
Mostra espositiva di foto ;
Presentazione di progetti di collaborazione con le comunità dei campi profughi ;
Interverrà Fouad DAHER attivista sociale dei campi profughi palestinesi in Libano.
 

A seguire rinfresco libanese/palestinese

 

L’assassinio della memoria palestinese: un altro strumento di pulizia etnica

di Samah Jabr 

Mentre Israele celebrava la Giornata dell’Indipendenza, all’inizio di questa settimana, ho saputo di due episodi...

continua a leggere cliccando sull'immagine

 

Tratto da:

https://www.forumpalestina.org/news/2019/Maggio19/26-5-19_assassinio-della-memoria-palestinese-un-altro-strumento-di-pulizia-etnica.htm

Alice Rotchild - intervista su Agence Media Palestine

Alice Rotchild  - intervista su Agence Media Palestine

Come molti ebrei, non posso sostenere un'ideologia basata sul privilegio ebraico e sulla persecuzione di un altro popolo. Ciò è stato catastrofico per i palestinesi e profondamente corrotto per gli ebrei. Lo dico per amore, non per odio verso me stessa. La sicurezza per gli ebrei non verrà ripiegando su se stessi, costruendo muri più grandi e droni più invasivi. La sicurezza verrà dalla costruzione di coalizioni con altre comunità, dallo sviluppo di società inclusive basate sull'uguaglianza, sulla democrazia e dalla lotta all'estremo militarismo e alla crescente intolleranza che attanaglia gran parte del mondo ".

 

https://www.agencemediapalestine.fr/blog/2019/08/12/je-ne-peux-pas-soutenir-une-ideologie-qui-se-fonde-sur-un-privilege-juif-et-une-persecution-des-palestiniens/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=alice_rothchild_je_ne_peux_pas_soutenir_une_ideologie_qui_se_fonde_sur_un_privilege_juif_et_la_persecution_des_palestiniens&utm_term=2019-08-16

Uguali diritti umani? Non per i palestinesi

Roma, 10 gennaio 2019, Nena News – Il Birmingham Civil Rights Institute dell’Alabama ha revocato il premio “Fred Shuttlesworth” per i diritti umani alla filosofa, docente universitaria e storica attivista dei diritti umani americana Angela Davis. Il motivo dietro la decisione è il sostegno che Davis manifesta per i diritti dei palestinesi sotto occupazione militare israeliana. “Ho imparato ad oppormi con la stessa passione sia all’antisemitismo e sia al razzismo. In questo contesto mi sono avvicinata alla causa palestinese”, ha spiegato la docente 74 enne dicendosi molto stupita dalla decisione presa alla commissione del premio. Davis ha denunciato chi vuole punirla per aver chiesto che lo Stato di Israele smetta di opprimere i palestinesi. “L’attacco nei miei confronti è un attacco contro lo spirito di indivisibilità della giustizia”

 

Nella foto: Il filosofo Herbert Marcuse e Angela Davis nel 1968

Il diritto contro la guerra. Aspetti giuridici della questione palestinese

 

  Convegno del 10 ottobre 2015 "Il diritto contro la guerra.Aspetti giuridici della questione palestinese" Particolare focusLo sfruttamento economico dei territori occupati palestinesi.

Palestina - Il commercio dei prodotti dei territori occupati, aspetti di illegittimità. La relazione tenuta da Dario Rossi approfondisce il tema dello sfruttamento economico dei Territori Occupati Palestinesi ed in particolare: llegalità della produzione e della esportazione da parte di Israele dei prodotti provenienti da parte dei Territori Occupati Palestinesi.

 Leggere in allegato la relazione.

 Il diritto contro la guerra. Aspetti giuridici della questione palestinese relazione Palestina relazione Palestina [813 Kb]